Category: TENDENZE A TAVOLA

Fava: «Meglio distintivo che tipico. Così il made in Italy legato ai territori può conquistare il mondo»

L'assessore regionale all'Agricoltura della Lombardia spiega la sfida che i nostri prodotti agroalimentari devono vincere

Gianni Fava, classe 1968, mantovano di Viadana, esponente di rilievo della Lega Nord, eletto alla Camera per tre legislature, dal 2013 è assessore all’Agricoltura della Lombardia. Un politico fuori dal comune. In Regione lo si vede poco: non passa giorno senza che partecipi a qualche evento sui prodotti della terra e, soprattutto, senza che visiti
CONTINUA A LEGGERE

Non mangio olio di palma. Ma non mi sento un terrorista alimentare

Volevo scrivere da tempo questo post. Mi sono deciso a farlo quando ho scoperto che per questa scelta passo da segregazionista e disinformatore

Il Casalingo di Voghera ha eliminato l’olio di palma dalla propria tavola. È un po’ che volevo scrivere questo post. Mi sono deciso a farlo leggendo le dichiarazioni del viceministro dell’Agricoltura Andrea Olivero al convegno organizzato dalla Ferrero dal titolo profetico: «Olio di palma, una scelta responsabile basata sulla scienza», iniziativa – si legge nel
CONTINUA A LEGGERE

Ecco perché il casalingo di Voghera dice no all’olio di palma

Origine, sostenibilità e reticenza dell'industria: per questi motivi ho escluso il grasso tropicale dalla mia tavola

Ho esitato molto prima di scrivere questo post. Lo confesso: dopo aver letto e ascoltato decine di pareri sull’olio di palma, ho le idee più confuse di prima. Riassumo in breve quel poco che mi sembra di poter raccontare senza essere sommerso dalle smentite. Innanzitutto il palma appartiene alla categoria dei grassi saturi, che si trovano
CONTINUA A LEGGERE

I 10 motivi per scegliere soltanto il vero made in Italy

Qualità, lavoro e ricchezza condivisa: ecco perché conviene acquistare i prodotti nazionali. E pretendere l'etichetta d'origine

Dietro il semplice gesto con cui prendiamo un prodotto qualsiasi sul bancone del supermercato e lo mettiamo nel carrello c’è un mondo sconfinato. Fatto di interessi, leciti e illeciti, di chi lo produce o lo confeziona soltanto. Scegliere il made in Italy ha molti significati che vanno ben oltre le valutazioni sulla qualità e sulla sicurezza
CONTINUA A LEGGERE